Depilazione del viso: meglio il bodygroom o il rasoio manuale? Confronto

Sono sempre più gli uomini che desiderano sfoggiare una pelle del tutto liscia. E non solo quella relativa al viso. La domanda quindi sorge spontanea: rasoio manuale o bodygroom? Qualunque sia l’area interessata dalla depilazione, bisogna comunque prestare attenzione alle modalità ed agli strumenti perché la rasatura è una operazione molto delicata che non bisogna vivere con eccessiva superficialità.

Piuttosto che optare per una ceretta, gli uomini preferiscono soluzioni più semplici e indolori. Un must resta il rasoio. E’ uno strumento con cui ogni uomo ha una certa confidenza. Si può usare sempre e ovunque, a casa quanto in viaggio: non c’è infatti bisogno di convocare un’estetista per adoperarlo in modo funzionale. L’importante è ricordarsi di inumidire e ammorbidire la pelle grazie al supporto di una schiuma in grado di rendere la rasatura più semplice ed evitare il rischio di provocarsi delle ferite. Ma il bodygroom resta il must della depilazione.

La caratteristiche del bodygroom

Il bodygroom è un rasoio ma destinato in modo esclusivo all’uomo; viene usato perlopiù sul corpo. Ma in generale si adopera per facilitare la rasatura del pelo, senza creare irritazioni spiacevoli sula pelle. La funzionalità di questo prodotto consiste nella dotazione di lame e testine specifiche che li rendono più delicati a contatto con qualunque tipologia di epidermide.

I bodygroom più efficaci hanno la testina snodabile e un’impugnatura ergonomica per poter giungere anche nelle zone del corpo più ardue. Sul mercato sono  presentate diverse soluzioni di depilatori specifici e differenti marche.

La maggior parte degli acquirenti punta il proprio acquisto di prodotti del genere, su marchi rinomati come Braun e Philips.  Se è vero da una parte che i brand contano in termini di qualità e durata , è anche vero che andrebbe appurato anche il servizio post-vendita per eventuali situazioni di difficoltà o dubbio rispetto all’utilizzo del prodotto acquistato.

Il bodygroom : forma e testine

Se avete dimestichezza con i tagliacapelli e regolabarba, di certo potete immaginare come sia realizzato un bodygroom . Il prodotto infatti è molto simile a questi già conosciuti minicongegni; la macchina dell’accessorio è infatti anch’essa cilindrica ed è realizzata con plastiche di alta qualità.

La forma del più classico bodygroom , sul mercato,  ricorda una grossa lametta per la barba, realizzata con materiali antiscivolo per una semplice impugnatura, mentre la parte superiore contiene una testina larga con delle lamine finalizzate al taglio o alla regolazione, che lavora attraverso dei pettini regolatori.

L’intramontabile rasoio

Il rasoio resta il metodo più diffuso per ogni tipo di depilazione maschile. Ma è opportuno usare un rasoio specifico per il corpo che possegga lame e impugnatura progettate per la diversa ampiezza della zona da depilare, molto più vaste rispetto al volto. Se le forme del corpo infatti sono “irregolari” , il  volto presenta dei lineamenti molto delicati e con alcune parti della pelle particolarmente morbide.

Sicuramente, la rasatura è il modo più facile per depilarsi oltre ad essere una procedura indolore. Gli uomini possono farlo comodamente a casa, senza bisogno di fissare un appuntamento dall’estetista, e non è neppure necessario che i peli raggiungano una determinata lunghezza per essere rimossi. L’unica accortezza è quella di usare un rasoio specificamente ideato per il corpo maschile. Deve possedere una testina rotonda e snodata, per una buona aderenza sull’epidermide.

Chi si depila?

Che sia per ragioni igieniche, sportive o prettamente estetiche, la depilazione maschile è ormai un trend acclarato. A stabilirlo è una ricerca guidata da Eumetra per Gillette secondo cui il 44 per cento degli uomini italiani dai 18 ai 60 anni si depila il viso e altre aree del corpo. Di questi, la metà all’incirca , afferma di depilarsi solo in estate, mentre l’altra parte del campione ammette di depilarsi sia d’estate che d’inverno.

Esaminando più nel dettaglio le fasce d’età di appartenenza del gruppo intervistato, emerge che si depila il 54% dei ragazzi e il 45% degli uomini (di età compresa tra dai 35 ai 55enni ) e il 27% degli ultra 55 . Insomma, la depilazione maschile è ormai un fenomeno culturale che non risparmia nessuno.

Consigli pre-rasatura

La pelle maschile infatti presenta esigenze diverse rispetto a quella femminile. La prima motivazione è ovvia: la presenza della barba. A causa della rasatura, l’epidermide di un uomo è sottoposta a stress maggiori rispetto a quella di una donna col risultato di averla spesso secca. Qualunque sia la scelta selezionata per la depilazione del viso, è bene applicare alcune raccomandazioni per rendere l’operazione più semplice ed indolore.

  • Fai la doccia – L’epidermide è più idratata dopo una doccia magari calda e la possibilità che si irriti diventa minore.
  • Stira la pelle – Non importa in che aree stai radendo, accertati di tendere la pelle per evitare tagli spiacevoli.
  • Idrata – Applica una crema idratante a seguito della depilazione e nei giorni in cui i peli iniziano a ricrescere provocando prurito
  • Taglia nel verso di crescita di peli – Il contropelo non fa altro che determinare il dolore e provocare irritazioni alla pelle
  • Trattamenti viso . Se possibile, effettua una pulizia del viso, in modo da levigare la pelle ed esfoliarla.
Back to top
menu
tuttoperilbodygroom.it